Co.ind: produttore di caffè a marchio del distributore


Caffè al Ginseng: vediamo di capire cosa contiene questa moda…

Il nome Ginseng deriva dalla parola cinese "rensheng" che significa uomo, scelta con tutta probabilità per sottolineare la struttura antropomorfa della radice. Considerato un rimedio quasi universale, il ginseng veniva usato soprattutto contro l'invecchiamento, i disturbi gastrointestinali e come preparato afrodisiaco e rivitalizzante. La sua straordinaria fama di droga-panacea, e il fascino misterioso della sua origine orientale, hanno contribuito a decretarne il successo nei nostri mercati, tanto che adesso la ritroviamo anche nel caffè al Ginseng, anche se in dosi minime.
 
Ma il Ginseng, cos’è esattamente?

Ginseng è una droga costituita dalle radici disseccate del Panax ginseng C.A. Meyer.
Ha un odore tenue e caratteristico, sapore leggermente piccante, amarognolo all’inizio, poi dolciastro e leggermente mucillaginoso. Le radici fusiformi sono lunghe in generale da 3,5 cm a 20 cm e spesse da 0,5 a 2,5 cm nella parte superiore; rastremate verso il basso, non di rado sono incurvate all’estremità.
La parte superiore della pianta presenta di frequente due o più ramificazioni: in alto si osserva un residuo di gemma. La corteccia, spessa fino a 3 mm, è di colore bruno tendente al giallo o giallo-biancastro. La superficie della radice è ricoperta da rugosità longitudinali e nella zona superiore si notano anelli trasversali più o meno marcati. La radice è dura e friabile e non fibrosa.
 
Studi moderni hanno evidenziato un’azione dei componenti del Ginseng sul Sistema Nervoso Centrale, dove manifestano un’azione di modulazione dello stato di eccitazione dei neuroni centrali in modo da favorire una risposta ottimale agli stimoli esterni e interni. Per questa ragione il Ginseng gode fama di rimedio antistress e di "stimolante" naturale, anche se in realtà il manifestarsi di un effetto risvegliante dipende dalla specifica situazione di chi lo assume. Come spesso avviene negli studi farmacologici sulle erbe, gli effetti della somministrazione di estratto della radice di Ginseng hanno mostrato effetti contraddittori a seconda della dose e della situazione particolare del soggetto. Pare comunque accertato che l’assunzione di Ginseng abbia alcuni importanti effetti terapeutici:
 
- aumenta notevolmente le resistenze dell’organismo ai fattori di stress (compresa l’esposizione a temperature ambientali estreme)
- migliora la risposta all’insulina in pazienti affetti da diabete di grado lieve
- migliora l’appetito
- aumenta la resistenza alla fatica
- allevia la stanchezza.
 
Per quanto riguarda le controindicazioni, in particolare non deve essere assunto dai soggetti affetti da ipertensione grave, da chi soffre di ulcera duodenale e di insonnia grave. L’assunzione di dosi eccessive o da parte di soggetti che non presentino le indicazioni per l’uso può condurre a cefalea, insonnia, palpitazioni e aumento della pressione arteriosa.
Stefano Urso - scritto alle 13:35

commenti

  • Giovanna - scritto il 30/11/2011 alle 16:51
    buonissimo.................ma come mai è già zuccherato??????
  • Samanta - scritto il 11/12/2011 alle 13:14
    Io su internet ho trovato anche il caffè al ginseng senza zucchero
  • gianni - scritto il 7/8/2012 alle 17:49
    il ginseng ha il glutine
  • Greta - scritto il 17/11/2012 alle 19:30
    straordinariamente delicato, molto buono..
  • monica - scritto il 26/2/2013 alle 01:36
    se lo bevo specie di pomeriggio, la notte non mi addormentò più!
  • rosalba - scritto il 10/3/2013 alle 09:37
    grazie per le vs. informazioni
  • Paolo - scritto il 27/3/2013 alle 19:48
    Il sapore è buono, ricorda un po' quello delle caramelle mou. Però, bevendolo al bar, uno non sa bene cosa contenga: quale percentuale c'è di ginseng, quale di dolcificante, quante calorie dà? Produce assuefazione a lungo andare? E' controindicato per chi soffre di ipertensione? Per adesso, a parte il piacere di berlo, non ho riscontrato su di me alcun effetto particolare. Comunque sarebbe utile una maggiore chiarezza nei confronti del consumatore.
  • emma - scritto il 4/5/2013 alle 12:46
    è buonissimo, è vero sembra bere le caramelle mou...ma rimane l'interrogativo di quanta percentuale ci sia diging seng e di cosa stia davvero bevendo... a proposito dell'assuefazione ne ho sentito un gran parare ma nessuno si è accertato di nulla. c'è qualcuno con più certezze e solide risposte?
  • maurizio - scritto il 5/5/2013 alle 16:18
    Il ginseng é buonissimo, volevo chiedere che percentuale di caffeina contiene ?
  • mariagiovanna gomiero - scritto il 13/5/2013 alle 18:00
    ho il dibete di grado lieve posso bere il caffè al ginseng? l'ho provato al bar ed è dolce, che effetto,può avere sulla mia glicemia? grazie
  • fiamma - scritto il 10/11/2013 alle 12:14
    contiene caffeina?in che percentuale?
  • Daniele - scritto il 4/3/2014 alle 13:20
    4anni di impegno per smettere di fumare per poi ri cascarci ma per l ultima volta.. e questa una grande vittoria dalla dipendenza..ora c è il ginseng..se vuoi anche perché con i tempi di non amore della gente e di te stesso...un po di dolce 3- 4volte al di.... ma per me é droga pura come lo é il coiccolato, la cocacola ecc..quando sentite di non poterne fare a meno é droga..non può chiamarsi altro. Smetterò anche con questo perché non avete idea di quante porcherie tossicheci rifilano a nostra insaputa se non ci documentiamo.Un malato arricchisce lo stato e non da fastidio a nessuno.....
  • Enrico - scritto il 17/3/2014 alle 17:02
    Da 3 anni a questa, parte ho scoperto una buona bevanda che la prendo almeno 3 o 4 volte al giorno. Il caffè al ginseng, che ha il sapore di vaniglia ed è molto dolciastro, la trovo un ottima bevanda che mi da energia e forza
  • luciano - scritto il 24/3/2014 alle 12:05
    vorrei sapere se il ginseng contiene glutine
  • annamaria carusi - scritto il 17/4/2014 alle 07:42
    allora, io ho scoperto da poco il caffè al gingseng e lo trovo squisito!!!!, veramente da leccarsi i baffi!!!
    Ieri mattina però ne ho bevuto uno grande e stranamente stanotte alle 2.30 ERO inspiegabilmente ancora sveglia!!!
    Da sempre la caffeina mi tiene sveglia se bevo più di 2 caffè nell'arco della giornata ( e il secondo non più tardi del primo pomeriggio), ama quello era appunto il secondo caffè, bevuto al bar intorno a mezzogiorno. Non so se sarà stata la caffeina o il gingseng!!! Chi mi rivela per favore l'esatta percentuale della caffeina, dal momento che non lo trovo nemmeno sulle buste del caffè al gingseng che si vendono al supermercato?? Grazie mille
  • Carolina - scritto il 7/5/2014 alle 11:58
    Io ne bevo uno a settimana, quando ho bisogno di essere bella sveglia. Ha un buon sapore, pero' preferisco bere il te'.

scrivi un commento