|IT|EN

Caffè e iPhone: da oggi il caffè di paga con il mobile payment

Ormai i vari iPhone, iPad, BlackBerry e smartphone di tutti i tipi hanno “colonizzato” la nostra vita riempiendoci di applicazioni (apps come vengono definite in gergo) più o meno utili … una delle ultime è quella che consente di effettuare pagamenti utilizzando il proprio dispositivo e Starbucks, la catena di caffè più famosa al mondo, ha creato l’applicazione Starbucks Card Mobile che consente di pagare il caffè con il proprio dispositivo mobile.

Scaricabile gratuitamente dal proprio sito o da litine, questa apps consente a chi possiede un telefonino BlackBerry o un dispositivo Apple iOs (e quindi iPhone, iPod, iPad) di pagare il contro presso uno dei 7.500 esercizi della catena attivi negli Stati Uniti. L’unico requisito per l’utente è, ovviamente, quello di avere la necessaria disponibilità (effettuando versamenti tramite sistema PayPal o carta di credito) sul conto su cui verranno appoggiate le transazioni.

Siamo quindi in una fase dove il mobile payment entra prepotentemente nel nostro vivere quotidiano, dove invece che pagare il nostro caffè con una classica moneta basterà presentarsi alla cassa con lo smartphone e sincronizzarlo con il lettore ottico presente nel locale e predisposto per leggere codici a barre in formato elettronico: pochi click sul display e l’importo della consumazioni viene addebitato sul conto.

Sembra che questo sistema di pagamento abbia già riscosso un notevole successo negli esercizi dove è stato testato, tanto che un cliente su cinque avrebbe preferito pagare con il telefonino o il tablet piuttosto che con i più tradizionali metodi di pagamento. Il vicepresidente della società Brady Brewer, in un’intervista al quotidiano Usa Today, ha messo a fuoco il concetto confermando come quello appena lanciato sia “il metodo più comodo per pagare, perché il portafoglio e la borsetta non li si porta sempre con sè, ma il cellulare sì”.

Questo sistema di pagamento avrà successo in Italia? Al momento ci sono forti dubbi visto che gli italiani sono gli ultimi in Europa come utilizzo delle carte di credito e dei pagamenti elettronici in generale … il caro vecchio contante è tuttora sempre preferito dagli abitanti dello Stivale.